Senza relazioni di cura le nostre esistenze non potrebbero fiorire.

È sufficiente sostare qualche attimo su questa lapidaria verità per comprendere la necessità, per tutti noi, di mantenere sempre viva e profonda la riflessione sul tema della cura di sé e dell’altro.
La pandemia ha messo alla prova i nostri sistemi valoriali, ci ha scosso, ha mandato profondamente in crisi i nostri assetti esistenziali, il nostro stile di vita, le concezioni e convinzioni dominanti in tema di sviluppo. In questa contingenza storica emerge in maniera assoluta e stringente, la doverosa necessità – da parte della Scuola, delle altre istituzioni educative, di quelle sanitarie e di tutte le agenzie sociali impegnate nella promozione della salute – di collaborare per sostenere, sviluppare, valorizzare e rinnovare una cultura della cura di sé e dell’altro.

La mail art può consentire di esplorare pedagogicamente il tema della cura evidenziandone gli elementi essenziali, le forme e gli ambiti nei quali la relazione di cura può costituirsi a fondamento di ogni pratica di promozione della salute e di future opportunità di cittadinanza attiva.
Il ricorso alla mail art rappresenta la possibilità di pervenire a un’espressione “veloce”, ma nello stesso tempo profonda e densa di significati, capace di coinvolgere l’autore dell’opera e il suo fruitore-destinatario in processi intuitivi emotivamente significativi.

La mail art, come ogni forma di espressione artistica, può alimentare sguardi e ascolti attenti e orientati, può contribuire a sviluppare sensibilità e competenze che ci aiutano a “rimettere mano” ai nostri modi di attribuire significato al mondo, a riconsiderare valori e posture cognitivo-emotive.

Scarica il regolamento completo
Esempi di Mail Art
Compila il modulo di preadesione

Regolamento

No tassa d’iscrizione
No restituzione delle opere
Tecnica libera
Dimensioni: circa 15 x 10 cm

  • Tema: Cura di Sé e Cura dell’Altro

  • Scadenza per la partecipazione: 15 gennaio 2022

  • Mostra: aprile 2022 presso Fondazione Pistolatto (Biella, Italia)

  • Destinatari: gruppi classe delle scuole secondarie superiori italiane pubbliche e paritarie.

  • Contatto: curamailart@gmail.com

ART. 1 – OGGETTO

La Struttura Semplice Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell’ASL BI indice e organizza “Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project”, una call a partecipazione gratuita in tema di Cura di Sé e dell’Altro.

La Cura è una dimensione essenziale per l’essere umano. Un tema universale, multiforme e “mai finito”, che sempre richiede nuove esplorazioni, riflessioni e rappresentazioni creative.

La Cura di Sé è la condizione per ogni crescita, per ogni fioritura. Maturare consapevolezza di se stessi, riconoscersi, dare un nome ai desideri e alle attese, come alle sofferenze e ai disagi. Adoperarsi per la propria buona vita.

La Cura dell’Altro è il naturale movimento di avvicinamento all’altro, originato dall’empatia: interesse per le condizioni, i pensieri, i sentimenti ed emozioni altrui. È la condizione della relazione che pone il benessere dell’altro al pari del mio.

Il tema, fulcro della Call, ben si lega con la pandemia vissuta negli ultimi due anni: cosa ci ha insegnato questa esperienza rispetto alla Cura? Alla cura di noi stessi e alla dei nostri altri?

Cos’è la Mail Art. La Mail Art è un movimento artistico culturale che utilizza il mezzo postale allo scopo di comunicare pensieri, programmi, progetti, oppure per porre all’attenzione, per denunciare, per provocare o ancora per “giocare” all’insegna della creatività e della comunicazione. Per Mail Art s’intende un’opera realizzata utilizzando tipicamente materiali, supporti, tecniche e contenuti in forma di cartoline o lettere.

È possibile consultarne alcuni esempi a questo link:
https://www.vocieimmaginidicura.it/mail-art-qualche-esempio-di-stile/

ART. 2 – DESTINATARI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare alla call, per quanto concerne il concorso di cui al successivo art. 6, esclusivamente i gruppi classe delle scuole secondarie superiori italiane pubbliche e paritarie.

Le opere dovranno essere realizzate dai singoli studenti delle classi scolastiche aderenti alla call ed essere inviate in un’unica soluzione, come definito nel successivo art. 4, dall’insegnante referente che dovrà altresì compilare e inviare online la scheda di partecipazione della classe, disponibile al seguente link https://forms.gle/WgiZUXBQL9LRJmfZ7.

Nell’ambito della partecipazione come gruppo classe, ogni studente potrà presentare un solo artefatto.

ART. 3 – SPECIFICHE TECNICHE E AMMISSIONE DEGLI ARTEFATTI

Gli artefatti devono essere di unici ed esclusivi autori, inediti e inviati in originale. Gli insegnanti referenti partecipanti al progetto dovranno garantire in merito e sul fatto che le opere presentate sono state realizzate nell’ambito dell’attività didattica da questi svolta.

Le dimensioni dell’artefatto dovranno tassativamente essere di cm. 10×15 circa. Il supporto, i materiali e la tecnica sono a libera discrezione dell’autore: disegno, collage, fotografia, fumetto, pittura con colori acrilici, tempera o acquerelli, ecc. Si consiglia l’utilizzo di cartoncino di adeguata grammatura o supporto equivalente.

È vietato utilizzare all’interno della propria produzione termini, espressioni o immagini offensive o volgari, secondo l’insindacabile valutazione della Giuria di cui all’art. 6.

È fatto altresì divieto di includere nella propria produzione fotografie di persone che non abbiano rilasciato espresso consenso a comparirvi. L’Organizzazione della Call non verrà ritenuta responsabile per ogni eventuale violazione a riguardo.

Sul retro dell’artefatto, considerato a tutti gli effetti parte integrante dell’opera stessa, dovranno essere riportati in stampatello e in forma chiaramente leggibile: nome, cognome, classe, istituto scolastico e città di appartenenza dell’autore.

Ogni artefatto che rispetti i criteri di cui al presente articolo verrà ammesso alla Call.

ART. 4 – TERMINI E MODALITÀ DI INVIO DEGLI ARTEFATTI

L’insegnante referente dovrà aver cura di spedire gli artefatti realizzati dalla sua classe in un unico pacco postale, al seguente indirizzo:

Mail Art ASL BI
Casella Postale 373
Ufficio Postale Biella Micca – 13900
Biella (BI)

 

All’interno del pacco dovrà essere inserita la scheda di partecipazione della classe debitamente compilata e firmata in originale.

Il termine utile per l’ammissione in concorso degli artefatti è fissato per il 15 gennaio 2022. Farà fede il timbro postale.

ART. 5 –  VALORIZZAZIONE DELLE OPERE AMMESSE: MOSTRE E PUBBLICAZIONI

Tutte le opere correttamente pervenute e ammesse saranno esposte in una mostra che si terrà dal 1 aprile 2022 al 30 aprile 2022 presso la Fondazione Pistoletto (Via Serralunga 27, 13900 Biella BI). Le opere potranno altresì essere esposte in successive mostre. Date e informazioni di dettaglio in merito saranno pubblicate sul sito internet www.vocieimmaginidicura.it.

Verranno altresì pubblicate – nella galleria online del sito internet vocieimmaginidicura.it – con attribuzione della paternità dell’opera, le opere pervenute anche in formato digitale come copia scannerizzata fronte-retro di buona qualità (sono richiesti i formati PNG, JPG, JPEG).

Le cartoline artistiche inviate solamente in originale verranno digitalizzate e pubblicate online secondo le disponibilità operative dell’organizzazione.

ART. 6 – GIURIE E VALUTAZIONE DELLE OPERE

Una Giuria di Qualità composta da insegnanti e professionisti della cura opererà, in maniera insindacabile e inappellabile, una prima selezione di opere ritenute di particolare pregio. Queste valutazioni terranno conto dei seguenti criteri: coerenza dell’elaborato al tema proposto; efficacia comunicativa; creatività nella forma e nel contenuto.

Le opere così selezionate verranno pubblicate il giorno 21 marzo 2022 sulla pagina Facebook Pensieri Circolari per essere sottoposte a una votazione da parte del pubblico (Giuria Popolare).

Le votazioni da parte della Giuria Popolare si chiuderanno il giorno 7 aprile 2022.

Le tre opere che otterranno il maggior numero di “Mi piace” sulla pagina Facebook Pensieri Circolari determineranno la classifica delle tre classi che saranno premiate come prima, seconda e terza classificata. Queste opere saranno segnalate nelle mostre e pubblicazioni di cui al precedente art. 5.

ART. 7 – PREMI

Gli insegnanti referenti delle classi vincitrici verranno avvisati tramite l’invio di una e-mail all’indirizzo specificato nel modulo di partecipazione. Una informativa al riguardo sarà comunque pubblicata sul sito www.vocieimmaginidicura.it.

Le classi vincitrici riceveranno un attestato di premiazione, inoltre:

La classe prima classificata potrà presentare la propria esperienza, anche in modalità telematica, nell’ambito del V convegno nazionale Pensieri Circolari. Narrazione, formazione e cura previsto per la primavera del 2022, mentre l’opera di riferimento diverrà l’immagine identitaria del Convegno stesso.

La classe seconda classificata riceverà per ciascun suo studente una maglietta recante in stampa l’immagine dell’opera di riferimento.

La classe terza classificata riceverà n°5 pubblicazioni sul tema della Cura di Sé e dell’Altro.

La Giuria di Qualità si riserva l’insindacabile facoltà di assegnare ulteriori Menzioni d’onore.

ART. 8 – RESTITUZIONE E CONSERVAZIONE DELLE OPERE

Gli artefatti presentati non verranno restituiti e verranno conservati dalla Struttura Semplice Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell’ASL BI che ne disporrà liberamente. Anche per eventuali utilizzi futuri, verranno comunque sempre rispettati tutti i criteri di attribuzione della paternità dell’opera.

ART. 9 – DIRITTI DI UTILIZZO E RIPRODUZIONE DELLE OPERE

L’ASL BI si riserva il diritto di utilizzare le opere senza alcun onere ulteriore nei confronti dei vincitori e di pubblicarli anche in seguito con modalità e piattaforme differenti, quali i siti web dell’ASL BI e ogni altra forma di comunicazione, promozione e attività dell’ente, con particolare riferimento alle attività formative e alle azioni e progetti aziendali in tema di Cura di Sé e dell’Altro.

In tutti questi casi, l’ASL BI garantirà il riconoscimento della paternità dell’opera.

ART. 10 – CONSENSO

I partecipanti al concorso autorizzano espressamente la S.S. Formazione e Sviluppo Risorse Umane e l’ASL BI a trattare i dati personali trasmessi ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali, anche ai fini dell’inserimento in banche dati gestite direttamente dall’ASL BI o da soggetto da essa incaricato.

La partecipazione alla Call Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project” implica l’accettazione incondizionata di tutti gli articoli del presente Avviso.

Seguici sui social per tutti gli aggiornamenti!

I giovani artisti sono invitati a usare l’hashtag per connettersi con gli altri partecipanti da tutto il mondo!

#MAP21