La copertina del libro Il cancro come campo da gioco, messaggero, ri-scoperta. Gim, paladino di un sogno a cura di Vincenzo AlastraTitolo: Il cancro come campo da gioco, messaggero, ri-scoperta. Gim, paladino di un sogno
Autori: a cura di Vincenzo Alastra
Editore: Pensa MultiMedia
Serie: Gim paladino di un sogno #2
Data di pubblicazione: 2018
Pagine: 240
Codice ISBN: 978-88-6760-576-7
L’incontro tra la Fondazione Edo ed Elvo Tempia e la Struttura Semplice Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell’ASL BI si fonda sulla consolidata esperienza, della prima, nell’ambito dell’universo della patologia oncologica e sull’attenzione maturata e confermata, da parte della seconda, in diversi progetti e iniziative riconducibili nell’alveo delle medical humanities e di un approccio narrativo nelle pratiche di cura e di formazione.
La significativa adesione registrata, anche in questa edizione, al Concorso letterario-fotografico GIM, Paladino di un sogno e gli apprezzamenti incontrati in tanti altri progetti spronano queste due realtà a continuare in futuro questo fecondo sodalizio rivolto ad una pratica di cura considerata, essenzialmente, come pratica di com-prensione. Quando ci si mette in ascolto dell’esperienza di malattia, occorre far esercizio “del prendere con sé”, della comprensione dell’altrui esperienza e, necessariamente, anche della propria. Tutto ciò significa mettersi in gioco, in movimento nella relazione con chi questa esperienza ha deciso di donarla. In questa cornice si propone allora questo libro: per dare spazio alla narrazione di malattia intesa come esperienza di vita significativa e significante, per dare testimonianza della cura praticata dai professionisti in favore delle persone ammalate di tumore. Si è convinti che la lettura di queste narrazioni possa essere arricchente per tutti noi, possa altresì proporsi come uno stimolane materiale didattico, potenzialmente utilizzabile in contesti formativi condotti in una prospettiva di medicina narrativa.
Store: Pensa MultiMedia